Miss Satine Performer Burlesque

Sensualità, ironia, padronanza del palcoscenico fanno di lei una vera Tigre del palco!

Si avvicina al Burlesque nel 2009 dopo anni di ballo  canto e recitazione. Ha all’attivo due film da protagonista con il regista Arioli Christian  e il terzo girato a Marzo 2011 con il regista attore Anis Garbi titolo del film To Paradise nel ruolo drammatico di Alina.

In preparazione un quarto film Horror!

Presentatrice in varie manifestazioni e programmi televisivi l’ultimo a  luglio/Agosto 2010 a Canale Italia. Ottiene anche una piccola parte nel film americano The International con Clave Owen e Naomi Watts

Per caso un giorno nota una trasmissione televisiva dove parlano di Burlesque, ne rimane totalmente rapita, da li la scelta di avvicinarsi a quella magica arte dai gusti e colori retrò.

Si iscrive a diversi stage Burlesque,prende lezioni private, comincia ad immergersi nel mondo virtuale spulciando video su video di artiste affermate, comincia ad acquistare i primi corsetti e realizza insieme alla sua coach la sua prima performance…

Fa la sua prima esibizione in un locale di Milano e da li non si e più fermata!!!

Realizza affidando l’incarico ad un famoso designer,  la sua coppa gigante di Champagne..e prepara il suo ACT che diventerà in seguito  il suo cavallo di battaglia  il “BOLLICINE SHOW” l’elegante e divertente esibizione dentro il calice gigante, show in stile vecchio Saloon Western…

Realizza nel frattempo diversi workshop fotografici, e presta la sua immagine per alcuni siti e manifestazioni fotografiche..

Affiancata dall’agenzia Burlesque Milanese Star Spettacoliamo diventa una delle Starlet Lombarde più ricercate e seguite.

Organizza i suoi primi stage  di esibizioni Burlesque riscuotendo successo ed approvazione.

Ha ad oggi 8 suoi  ACT dal classico show Burlesque a coreografiche esibizioni di vario genere

“Geisha” dove entra in scena travestita da geisha e lo termina da Divetta Pin up.

“Fan Dance” con dei bei ventagli in piuma di struzzo bianchi

“Bollicine show” dentro il calice gigante di Champagne

“Diva capricciosa” che ammira e sfoggia i vari gioielli terminando con una tolettatura fatta di strass multicolor.

“Miss Regalo” danza aprendo vari pacchetti regalo in ordine decrescente!!

“Ombrellino magico…”   ne esce fuori un po’ alla Mary Poppins..

“The star” sfavillante vestito pieno di paillette molto scenografico.

“Cabaret News” vestita con cilindro e frac con tanto di bastone interpreta una versione rivista di New York New York.

“Elisir” dopo aver bevuto l’elisir della bellezza si trasforma in una bella ed avvenente Pin Up.

In preparazione  il decimo e undicesimo Act…  “Crudelia” e “Cleopatra Burlesque” ma non sveliamo di più!!!

Tutto e questo e molto altro ancora… Miss Satine.

www.misssatineburlesque.vpsite.it

www.spettacoliamo.eu

Sophie Lamour

Corsetto, piume di struzzo e “vertigini” ai piedi, così la vita prende gusto e colore. Ne è convinta Sophie Lamour, burlesquer, attrice, blogger e modella pin-up. Dopo aver studiato teatro con Beatrice Bracco e Francesca de Sapio, segue l’amore per il palcoscenico in ogni sua sfaccettatura: scenografia, scrittura, e messa in scena. Poi guardando “Moulin Rouge” di Baz Lurman arriva lo choc e la conseguente “noia” verso i “classici”. Comincia così il timido approccio con l’arte del burlesque come blogger, nel suo spazio di successo “Le Vere Pin Up”, un vero e proprio quaderno on line di consigli sullo stile pin-up e un memorandum sempre aggiornato sugli eventi burlesque. Una magia tutta piume e lustrini la vita del burlesque. Misto tra danza, cabaret e spogliarello satirico, questa disciplina nasce nell’800 in Inghilterra, è arte che si muove intorno al corpo, parlando di femminilità, dove la donna è sempre protagonista, come nel suo libro appena uscito: “Il vero libro delle Pin Up”, un manuale da boudoir per tutte le donne che ricordano con le loro curve pericolose le favolose cheesecake girls degli anni ’50.

Lo staff di Burlesqueitalia.com è lieto di annunciare di poter avvalersi della preziosa collaborazione di Sophie Lamour.

Condividi